Tour virtuali, video immersivi 360°, realtà virtuale.

Facebook VR pronta a sbarcare nel tuo ufficio!

Abbiamo parlato spesso in questo blog di come la realtà virtuale o più ampiamente le nuove tecnologie immersive e interattive stiano entrando nei processi aziendali. Il periodo complesso che stiamo attraversando ha dato a queste tecnologie una spinta fortissima tanto da darci l’impressione che sia l’azienda intera pronta a entrare nella realtà virtuale. Facebook e la controllata Oculus rimangono il player di maggior peso in questo mondo e non è mai stato un segreto quanto i vertici di Facebook credano profondamente in questa tecnologia e in tutti i paradigmi che si porta in dote.

Un piccolo video pubblicato qualche ora fà ha portato un certo clamore sull’argomento.

VR at work_ Virtual training is leading to real-world results with Oculus for Business BMW tour virtuale Milano Previsioni VR per il 2019, realtà Milano realtà virtuale Trieste Genove Milano virtual reality tesmec visualpro 360 produzione video VR 360 medicina VR Marketing for events | Visualpro 360, Milano. VR Storytelling - Produzione video 360° - Sviluppo app realtà virtuale - Cardboard personalizzati - Affitto e noleggio visori e hardware per realtà virtuale

Mentre mondo sta cambiando a seguito di COVID-19 . Ora, mentre  ci sistemiamo in questa “nuova normalità” e ci prepariamo per lo strano futuro, le aziende tecnologiche stanno reinventando l’aspetto del lavoro da remoto. Nel nostro mondo pandemico, sono le videochiamate Zoom e i servizi di collaborazione come Google Docs attraverso un monitor di un computer, uno smartphone o un tablet. Ma qual è la prossima frontiera dell’informatica remota?

Oggi, Facebook ha delineato la sua visione del ” futuro del lavoro e della prossima piattaforma informatica “, descrivendo in dettaglio come trarrà vantaggio da Workplace, Portal e Oculus per supportare il lavoro remoto. Gran parte di questo lavoro remoto si basa su ciò che già esiste: più collaborazione in tempo reale e più comunicazioni connesse tra piattaforme. Ma lo sviluppo più accattivante è il suo “concetto di area di lavoro in realtà mista”. Il video di 8 secondi è breve ma mostra un assaggio di come la realtà mista potrebbe essere utilizzata per funzionare. Nella clip POV, vediamo un utente che lavora attraverso una cuffia AR / VR mentre trascina una finestra virtuale da un lato e la sposta tra due finestre virtuali, una delle quali è chiaramente un file manager e l’altra è un browser web. L’utente quindi digita le parole in quello che sembra essere Microsoft Word usando la propria tastiera reale il tutto pur essendo in grado di vedere le loro mani e l’area di lavoro circostante.

Il "concetto di area di lavoro in realtà mista" di Facebook combina AR, VR, tastiera e mouse. È piuttosto malato ... se è davvero così coinvolgente come sembra.

Il video clip termina con l’utente che esce dal proprio spazio di lavoro in realtà mista per rivelare il singolo monitor del proprio spazio di lavoro.

Il concetto è molto bello e simile al VR-OS , ma mi chiedevo quanto fosse reale? Quanto siamo vicini a lavorare nella realtà mista? Ho sentito tutte le promesse nel corso degli anni da Leap 1 , HoloLens e Google Glass, e nessuna di esse ha offerto un’esperienza di realtà mista davvero coinvolgente.

Quindi ho chiesto a Facebook. Un portavoce della società ha inviato a Input quanto segue :

“Questo è un vero filmato in esecuzione su un prototipo. Sperimentiamo sempre concetti futuri utilizzando diverse configurazioni hardware come parte del nostro processo di prova dell’esperienza”.

Voglio crederci ma prima sono stato ingannato in cosiddette esperienze immersive e la versione reale è raramente altrettanto impressionante. Tuttavia, Facebook ha il vantaggio di Magic Leap, Microsoft e Google no. Poiché Oculus Quest è innanzitutto un visore VR, non ci sono limiti al suo campo visivo come su altri auricolari solo AR: puoi letteralmente guardare in tutte le direzioni. E con le telecamere situate sull’auricolare, può sovrapporsi all’AR passante sopra il mondo VR. È una sorta di win-win per Facebook poiché la sua esperienza utilizza il meglio della realtà virtuale con AR in real time.

smart working realtà virtuale lavoro condiviso

Ecco il comunicato ufficiale di Facebook sul setup:

“In futuro, potremmo creare uno spazio di lavoro potenziato super potenziato con più schermi personalizzabili in VR, senza limiti dai limiti dei monitor fisici . Sarebbe sfruttare tecnologie come passthrough per creare un’esperienza mista di produttività realtà che permette alle persone di passaggio tra mondi reali e virtuali in qualsiasi momento, migliorando la consapevolezza spaziale, offrendo la flessibilità siamo abituati a con i computer portatili e altri dispositivi comuni. Con combinando la flessibilità dei nuovi ingressi, come il monitoraggio della mano con la familiarità di dispositivi di input di tutti i giorni, come una tastiera e un mouse , si potrebbe dare alle persone il meglio di entrambi i mondi.”

Il track record di Facebook suggerisce anche che è una realtà molto seria sulla realtà mista come la prossima piattaforma informatica. Dall’ossessione di Mark Zuckerberg per la realtà virtuale (  la società sta lavorando su occhiali AR ) agli ultimi aggiornamenti di Quest, che consente di aprire più finestre all’interno del browser Web.

A proposito di realtà virtuale in azienda, ecco la mia intervista a Andrea Bortolotit di TouchLabs:

Leave a Comment

Your email address will not be published.

*